La Storia dei nostri Soldi

Storia dei Soldi

Nei tempi passati si lavorava per vivere e l'acquisto era rivolto prevalentemente a beni di prima necessitą, attualmente con il problema dell'avvento del consumismo molte persone non riescono a gestire il proprio stipendio.

Migliaia e migliaia di anni fa i nostri antenati vivevano di agricoltura e caccia, gli uomini e le donne dell'Etą della Pietra non disponevano di banconote e vivevano dei frutti del terreno, usando come mezzo di scambio il baratto.
Con la scoperta dell'oro e dell'argento e la loro lavorazione, l'uomo dell'epoca incomincio' a dare valore al denaro, il bestiame inizio' a essere ceduto in cambio di denaro.

Gli antichi greci furono i primi ad utilizzare le monete come valore di scambio e realizzarono la dracma d'argento che conteneva una quantitą definita di argento associata a un valore pre-stabilito. Per garatire la veridicitą delle monete su ognuna di esse veniva impresso il sigillo del Re o della cittą.
Nella Roma Antica le monete venivano prodotte nel tempio di Giunone Moneta.
Piu' tardi con l'espansione dell'Impero Romano vennero aperte nuove zecche dalle isole britanniche alla Turchia.
Con la caduta di questo Impero ogni Stato europeo mantenne la propria monetazione.

In Italia le prime monete vennero battute e messe in circolazione nel 1946 ed erano composte da 
una lega poverissima, Italma. I primi modelli erano ispirati da un alto alle monete dell'antica Magna Grecia e dall'altro ai prodotti della terra.